Per un’ora d’amore

I democratici sono infuriati perchè hanno scoperto che Putin e Trump erano fianco a fianco durante la cena del recente G20 di Amburgo. I due hanno parlato fitto fitto per almeno un’ora, dicono le solite fonti anonime. Uno scandalo e un crimine equiparabile all’alto tradimento.

 

Quando i democratici scopriranno che i due avevano anche camere contigue  e un balcone in comune, sarà un meltdown completo.

 

Comunque sia, cari liberal-democratic-fascists, possibile che la vostra sindrome da post sconfitta elettorale, invece di attenuarsi, diventi sempre più grave, una vera psicosi che ci allarma terribilmente ?

 

Se continuate su questa strada, facile prevedere il futuro: il partito democratico  scomparirà completamente, mentre quello repubblicano è condannato ad esaurirsi progressivamente, sostituito dal Movimento di Trump, America First.

 

Anche i repubblicani se lo meritano, anche loro con i democratici fanno diga contro Trump perchè vogliono mantenere lo status quo e affondare questo paese governandolo con le lobbies farmaceutiche e le assicurazioni sulla salute.

Reunion

Il presidente russo Vladimir Putin ha offerto asilo politico a James Comey, nel caso l’ex direttore dell’FBI dovesse subire qualche forma di persecuzione negli Stati Uniti.

La prima cosa che ha attratto la mia attenzione -ha spiegato Putin- è stata la dichiarazione dell’ex direttore FBI secondo la quale [Comey] crede che ci fu un intervento russo nel processo elettorale americano, ma nello stesso tempo non ha fornito alcuna prova“.

Così, dopo Snowden e Steven Seagal, anche Comey emigrerà in Russia e lo vedremo galoppare nella tundra a torso nudo? Ai posteri l’ardua sentenza.