47, morto che parla

  Joe Biden forgets patience, a sense of proportion and bon-ton, starting to shout, in a rally, against the Republicans and the American people, guilty of not making enough sacrifices of boycotting his nefarious transition plan: more taxes for those who produce, inflation, skyrocketing gasoline prices, unemployment, recession, the Great Depression and a Venezuelan-style communist government. …

Everybody equal before the Law

  An army of prosecutors, attorneys, general attorneys,  judges, jurors, witnesses, newspapers and media, Russian and Ukrainian intelligence,  FBI agents, all are working for the Clinton family between Washington DC and New York. They have the task of covering up the crimes commited by the former president and the witch of Chappaqua, guaranteeing them impunity. …

Se lo dice Bernanke…

Ben Bernanke, anche se l'economia si trova su un terreno più stabile, non si aspetta una rapida ripresa economica. E' quanto ha affermato il presidente della Federal Reserve parlando ad un gruppo di banchieri alla conferenza annuale della Fed di Kansas City tenutasi a Jackson Hole, nel Wyoming. "L'attività economica sembra stabilizzarsi negli Stati Uniti …

Eurorimbalzo, esultanza prematura

Questo grafico, via Paul Krugman, dovrebbe far tornare con i piedi per terra tutti quelli che in questi giorni hanno esultato e suonato le trombe perchè il Pil di Francia e Germania è tornato leggermente a salire.Qui sono comparati i Pil di Stati Uniti e Germania (GDP sta per Gross Domestic Produict - Prodotto interno …

L’economia peggiora più lentamente

Ieri abbiamo visto con Krugman come la rilevazione dei dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti non abbia nulla a che fare con la realtà e come avvenga invece sulla base di un sondaggio nel quale viene chiesto all'intervistato se lavora e, nel caso, se stia cercando un lavoro. Non entrano in questo conteggio i sotto-occupati, …

Banche sull’orlo di una crisi dei crediti

Che il "deterioramento" del credito stia diventando una costante nei risultati delle banche al di là e al di quà dell'oceano non è confermato solo dai timori espressi dal chief executive di Deutsche Bank, Joseph Ackermann, il quale afferma che i veri effetti della tempesta perfetta devono farsi ancora sentire, prevedendo l'arrivo di un'ondata di …

Passaggio a Nord-Ovest

Secondo un recentissimo sondaggio del Wall Street Journal solo il 36% degli americani ritiene che Obama ed il Congresso dovrebbero preoccuparsi di rilanciare l'economia da subito anche se questo significasse un maggior debito pubblico, mentre il 59% pensa che dovrebbero puntare a mantenere sotto controllo il deficit anche se questo può voler dire ritardare la …

Banche in cura dimagrante

Il CEO di Citigroup Vikram Pandit, Bandit per gli amici, ha dichiarato ieri che la banca non si ritirerà dalle attività in Asia anche se la crisi finanziaria ha ridotto il bilancio di Citi di un buon 25%."Non abbiamo alcun dubbio che l'Asia rappresenterà una smisurata fetta della crescita mondiale nei prossimi dieci anni e …

Così giù che sembra di star sù

L'ho scritto in tutte le salse che Wall Street è diventata una bisca a cielo aperto, dove tra i pochi giocatori che si aggirano tra i tavoli la fanno da padroni quei pochissimi che possono permettersi di rischiare grosso (vedi Goldman Sachs), anche perchè giocano con le fiches pagate dai contribuenti americani e la garanzia …

I conti senza l’oste

Oggi andrebbero rilette sotto un'altra luce le dichiarazioni rese ieri da Bernanke nella parte che gli ottimisti ad oltranza hanno ignorato, quella in cui, per intenderci, il presidente della Fed afferma che molte banche sono ancora a rischio.Dopo diverse trimestrali di cui il mercato, arrampicandosi sugli specchi, ha messo in evidenza solo gli aspetti positivi …

%d bloggers like this: