Se le banche grazie all’iniezione di centinaia di miliardi di dollari e alle misure prese dai governi al di qua e al di la dell’oceano sono fuori pericolo, come affermano in questi giorni molti gestori ed analisti ubriacati dai sussulti di borsa, allora perchè gli spread dei Credit Default Swap (CDS) che scommettono sul default dei grandi gruppi bancari americani sono arrivati alle stelle?

Prova a spiegarcelo questo articolo sul Wall Street Journal, in cui i due autori affermano che una delle ragioni più plausibili è che i creditori – diversamente da chi specula in borsa – sono spaventati dalla richiesta di nuove regole fatta al Congresso da Tesoro e Fed che, alla fine dei giochi, permetterebbero al governo di pilotare qualcosa di simile, ma potenzialmente migliore da un punto di vista sociale, ad una procedura fallimentare delle maggiori istituzioni finanziarie americane.

Ma se le cose stanno veramente come ci spiegano i due economisti autori dell’articolo, allora il piano Geithner è solo uno specchietto per le allodole – in questo caso per tranquillizzare i mercati -, lo stato di salute dei big del credito americani è molto più grave di quanto vogliano farci credere e tra qualche mese avremo un altro Settembre nero che in confronto il fallimento della Lehman Brothers sembrerà solo un giro sull’ottovolante.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s