Dalle Agenzie stampa. “Non ci sono contatti con nessuno. Noi abbiamo il nostro piano industriale: siamo concentrati su quello. Lo stiamo realizzando con grande meticolosità. Non ci sono ‘distrazioni’. Poi, se dovessero intervenire delle cose nell’interesse degli azionisti verranno valutate”. Così il presidente di Banca Antonveneta, Tommaso Cartone, a margine del convegno di Fi sul modello di sviluppo del Veneto, smentisce decisamente tutte le voci di mercato che si stanno intensificando su un possibile ‘matrimonio’ tra l’Istituto di credito padovano e la Banca Popolare di Lodi. Conosciamo il valore delle smentite su questi argomenti. Staremo a vedere. C’è comunque una cosa che mi ispira un’amara constatazione. Pontello ci diceva sempre, certo con un po’ di retorica e con furbizia, che la Banca aveva tre stelle polari: i soci, i clienti e i dipendenti. Prendo atto che l’unico interesse rimasto è quello per gli azionisti. Le filosofie cambiano con i tempi e con i capi. Alla faccia del protocollo sullo sviluppo sostenibile e compatibile del sistema bancario firmato solo quattro mesi fa e del ruolo centrale delle risorse umane e della loro valorizzazione quale “elemento indispensabile e strategico per lo sviluppo ed il successo dell’impresa” e alla faccia dei “valori etici fondamentali cui devono ispirarsi tutti coloro che, ai diversi livelli, operano nelle imprese e della costante attenzione agli impatti sociali ed ambientali connessi all’esercizio della propria attività”. Quisquilie. Pinzellacchere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s